Appoggio nel buio una scarpa dopo l’altra,

la notte mi circonda lieve e grande,

contro il muro bagnato di rugiada

rinfresco mani e fronte sull’umido muschio.


Scura si dimena l’acacia

contro le stelle e nell’aria,

luci lampeggiano in lontananza,

ma le cose vicine quasi non le sento.


L’amore tira il filo dell’incanto,

ogni lontananza è vicina al mio cuore,

la stella polare  le Pleiadi

chiamano il loro fratello al cielo.


Al mondo intero sono congiunto,

sono aperto alla vita tutta,

ho ritrovato la via

che mi conferma nel progetto universale.

Hermann Hesse – 1920

Annunci