Lasciare la mente senza nulla da fare la manda in panico. Va disperatamente e spasmodicamente alla ricerca di qualsiasi cosa da fare, da ragionare, pur di non rimanere ferma. Si aggrappa a qualunque questione e questo per… sopravvivere. Verosimilmente quello che succederebbe al corpo se lo lasciassimo senza cibo. Eppure ho un momentaneo (credo, spero) rigetto naturale  nel perseguire ciò che mi interessava prima, sostituito da interessi assolutamente non  miei… perchè? E’ perchè si cambia? E’ una natura evoluzione di ciò che sono stato finora? Cos’è cambiato. Ci sono giorni in cui mi guardo allo specchio e non mi riconosco. E vorrei piangere, come sempre… e come sempre… non riesco..

Ho iniziato con una riflessione… ed ho finito con uno sfogo…  capperi…

Annunci