Archive for dicembre, 2011


ingiustizia: mancanza di giustizia
giustizia: ciò che è giusto, come deve essere. Potremmo dire ciò che è in Equilibrio con il resto; con il tutto.

Quindi l’ingiustizia è una mancanza di equilibrio; o la percezione di questo.

La percezione dell’ingiustizia soffoca la saggezza e risveglia la rabbia sopprimendo l’obbiettività.
Ma è una sensazione data dall’ignoranza perchè ogni evoluzione si attua con la perdita dell’equilibrio in una nuova direzione ed il ritrovo dello stesso in una posizione diversa.

Ed alla luce di questo non può esistere l’ingiustizia come sopra descritta perchè la vita è un continuo tentativo di evoluzione.

E probabilmente la rabbia che si genera dalla sensazione dell’ingiustizia viene dal senso d’impotenza di fronte al tutto, perchè il quel momento ci si sente separati dal tutto del quale non si accetta il cambiamento, e lo si percepisce come una ingiustizia.

bipolar nature

“il cervello rettiliano (istintivo) è un regalino dei rettiliani”
 
Più che un regalino direi una conseguenza, visto che siamo un incrocio tra loro e la razza originale di questo pianeta, che forse era destinata ad essere diversa; ad essere più “junghiana”.
 
“Un esperimento a cui tutto l’universo sta guardando con interesse, e che non si è mai verificato prima nella storia dell’universo”
 
Il primo vero incrocio, destinato ad essere eternamente combattuto tra l’interesse personale dato dal cervello rettiliano, e l’interesse universale, dato dall’altro lato del cervello che sembra funzionare come quello di personaggi come Kryon o altre entità superiori, oppure destinato a trovare il primo punto di accordo tra le due parti contrapposte, tra ciò che per secoli è stato definito come bene e male.
 
“a voi umani è stata data la facoltà di scegliere da che parte stare”
 
Un laboratorio in cui creare un nuovo tipo di esistenza che non sia contrapposta a un’altra; un nuovo ibrido.
Ecco perché vedo dentro di me l’eterno contrasto; ed ecco perché non ci possiamo privare della scelta se non rinunciando alla consapevolezza e seguendo ciò che è scritto nei nostri geni, seguendo cioè  la nostra tendenza dominante ad una scelta di tipo razionale o intuitivo.
Entrambe le soluzioni sarebbero perfette, se applicate in toto, ma non è questa la nostra radice, e quindi, probabilmente, nemmeno il nostro destino.
 
Ora l’universo, a causa delle sue leggi meccanicistiche, si prepara ad un balzo energetico, e noi, per salvare il laboratorio dobbiamo essere pronti.

xiii

Sto cambiando… di nuovo. Nuovi gusti, nuove preferenze, nuove attitudini forse…

Però a volte vorrei vedere la traccia base di ciò che sono, ed aggrapparmici con tutte le mie forze.

Profezia n.1

“Dovrai sventolare ancora molte bandiere prima di scoprire Te Stesso”

voglia di sentirmi “a casa”…