Che un evento debba essere straordinario per avere un significato? All’interno di un paradigma in cui ogni cosa è scelta da una mente universale non può essere così. Ogni minimo dettaglio deve essere stato fatto con un significato; un graffio su un palo della luce, l’ordine dei sassolini della ghiaia, la forma della nuvole, la penna caduta in una posizione piuttosto che in un’altra. Ogni cosa ha un motivo. Le leggi della fisica ci dicono come, ma non perché. Ci fanno scoprire il modo, ma non il significato.

Quindi perché dovremmo considerare significativi solo eventi al di fuori dell’ordinario? Se vediamo per caso una scritta che risponde ad una domanda che ci siamo appena posti, questo è un evento straordinario. Ma non riusciamo a considerare altrettanto denso di significato la forma che prende una nuvola, un pezzo di pane strappato o il sugo della pasta… ma il fondo del caffè sì? *

Questo significa credere in un inesistente ordinario, in un universo privo di straordinarietà che come un grande orologio procede secondo leggi meccaniche e, di tanto in tanto, se ci credi, una mente universale, o forse dio, o chissachì altera questa ordinarietà solo per noi, per portarci un messaggio. Perché dovremmo credere che Lui/Lei intervenga solo saltuariamente, e non decida invece istante per istante ciò che vuole creare?

Forse per paura che, se così fosse, dovremmo interpretare ogni cosa che ci accade come significativa, e perderemmo la capacità di distinguere cosa è un messaggio e cosa non lo è. Perderemmo la nostra sensazione di certezza, di un terreno fermo sotto i piedi per la nostra salute mentale.

Eppure chi intraprende un viaggio spirituale impara ad addentrarsi, con coraggio, proprio in questo territorio sconosciuto, mollando gli ormeggi della certezza e del conosciuto per entrare nel mondo del simbolo dove la novità si può manifestare, ed impara a rimanere all’erta per cogliere quei significati che altrimenti sarebbero passati inosservati davanti ai suoi occhi, e che gli indicheranno la Via verso ciò che cerca.

* [Le carte dei tarocchi hanno un ordine sparso, se non le leggi, ma se le leggi quello stesso ordine svela un significato. E per questo motivo, chi sa leggere i tarocchi, considera anche il significato di una carta caduta per terra “per caso”.]

Annunci