Category: Ispirazioni


“PANPSICHISMO. – Termine filosofico, derivato dalle parole greche πᾶν “tutto” e ψυχή “anima”, e designante perciò in generale ogni concezione che consideri come animata l’intera realtà. Nella sua forma più elementare il panpsichismo coincide con l’animismo (v.), cioè con l’interpretazione, propria del pensiero dei primitivi, di ogni fenomeno naturale come provocato da una volontà consapevole, intrinseca ad ogni oggetto.” [http://www.treccani.it/…/panpsichismo_%28Enciclopedia-Ital…/]

https://www.nbcnews.com/mach/science/universe-conscious-ncna772956

Annunci

Leggere, studiare, informarsi, allenarsi rinforzando il corpo e la mente, rendere elastici i muscoli, aumentare la velocità di comprensione: sono tutte belle cose da fare, che vanno a rinforzare l’armatura che abitiamo. Ma non bisogna dimenticare di curare anche il Cavaliere che la abita; di cibarlo della bellezza, perchè alla Fine ciò che rimane non è l’armatura, che non siamo noi, ma il Cavaliere. E quel Cavaliere ha fame di bellezza.

02_07_2015

“La critica, anche quella costruttiva, andrebbe fatta solo dopo l’apprezzamento”

02/06/2015

Ci siamo sempre chiesti quale fosse l’utilità del male. Qual’è invece l’utilità del bene? Quello che noi consideriamo “male” è la normale via evolutiva che per milioni di anni la Natura ha utilizzato per evolvere. L’utilità del bene, invece è quella di accelerare il processo evolutivo.

 
Arde, come una bruciatura, nel profondo,
come dopo il fuoco che ha distrutto un mondo.
Il segno di un’altra cicatrice rimarrà,
di un’altra vita che se ne và.
 
Attendo, immobile, ciò che già sento,
non immune al dolore, l’inesorabile cambiamento.
 

21_02_2014

Più piccolo è l’ego, più grande è l’artista.

01_12_2014

Alla fine, tutto ció che andiamo cercando è un senso di completezza.

“Cos’è l’Alchimia?”

È la domanda che prima o poi ogni aspirante Alchimista deve porre a se stesso.

In effetti, sull’Alchimia sono state dette molte cose, ma nessuno dà una definizione precisa ed assoluta del termine; non la si può dare. L’Alchimia va capita con lentezza.

C’è chi fa risalire il termine alla lingua araba o persiana “Al kimya”, Pietra Filosofale o Sostanza. Oppure all’egiziano “Kemet”, la Terra Nera del Nilo, o ad altre lingue.

Una cosa è certa, sicuramente non si tratta della madre della chimica. L’Alchimia è sempre stata un mistero, perfino nel periodo d’oro, ed anche in quel periodo esistevano personaggi che, prendendo alla lettera le indicazioni dei Veri Alchimisti, mescolavano metalli creando nuove leghe. Dal lavoro di questi erranti chiamati dai loro coetanei “soffiatori di carbone”, si può presupporre sia nata l’attuale chimica, in tutte le sue ramificazioni.

“Cos’è l’Alchimia?” è una domanda che ogni Vero Alchimista si pone di tanto in tanto. “Cos’è l’Alchimia oggi, per me?”
La mia risposta fissa a questa domanda è “l’Alchimia è l’arte di trasformare Se Stessi”. E la mia risposta nello specifico varia di giorno in giorno.

Alchimia è ascoltare la tua anima come solo un bambino sa fare. Alchimia è uccidere ogni singolo giorno ogni singolo metallo-energia, ed imparare a morire prima che la morte ci colga impreparati.

Essere un Alchimista significa combattere ogni giorno come un Guerriero per la Luce. Combattere ogni giorno per realizzare la propria Leggenda Personale, prestando attenzione agli indizi che Melchizedek pone sul nostro Cammino.

“Esistono tre tipi di alchimisti” mi rispose il mio Maestro.
“Quelli che sono vaghi perché non sanno di che cosa stanno parlando, quelli che sono vaghi perché sanno di che cosa stanno parlando, ma sono anche consapevoli che il linguaggio dell’alchimia è un tipo di linguaggio rivolto al cuore, e non alla ragione.”
“E qual è il terzo tipo?” gli domandai.
“Quelli che non hanno mai sentito parlare di Alchimia, ma che sono riusciti, nel corso della loro vita, a scoprire la Pietra Filosofale.”

(tratto da L’Alchimista di Paulo Coelho).

Forse tutto quello che ho scritto può sembrare confuso e ambiguo, ma questa è la particolarità stessa dell’Alchimia, che non esclude nulla; e nemmeno l’opposto. L’Alchimia è come un testo alla cui ogni rilettura permette di scoprire una nuova sfumatura. L’Alchimia è l’imperativo che impone la lentezza nel suo studio in un mondo così frenetico. Alchimia è rifare le stesse cose migliaia di volte perché il motto dice: “Solve et Coagula”.

L’Alchimia non si impara, si scopre…

Vorrei toccare la pietra, dura, fredda e ruvida.

Vorrei alzare lo sguardo verso l’immensità e respirare attimi eterni.

11nov2014

Mi conosco molto. Ma so anche che siamo infiniti, e quindi che c’è molto di più ancora da conoscere.

Qualcosa è cambiato

Qualcosa è cambiato.
Lo vedo, guardando il mio volto;
lo vedo nei miei compagni di classe.
Come se fossimo maturati. Come se fossimo improvvisamente cresciuti.

Come una svolta, accaduta e basta.
Qualcosa è cambiato.
Lo vedo dietro questo sguardo che sembra quasi alieno,
e a stento mi riconosco.
I lineamenti duri, e qualcosa che non c’è più;
ma che non manca.
Qualcosa che è compiuto, come fiorito.
Ma che non è la fine.

E sto ancora qui ad aspettare;
ad osservare ciò che accade, senza intervenire.
Come a guardare un fiore che cresce.

twofold

And the pain goes,
mysteriously.
And i have to change, another time.
And every time i have to discover
the new myself, who am i.
And every time i need to accept
that I’m twofold;
i’m the one who looks and the one who falls,
i’m the hater and the lover.
Am I me or the reflection of the others?
Who am I in this division?
Every time, a side suffer.
I need to change…  i have to change
I don’t want…. i want.
I feel strange…

 

 

Ogni volta che ti immergi in un lago porti inevitabilmente con te i residui di quell’acqua.

Come puoi allora sapere qual’è il tuo vero colore?

Prometti a Te Stesso

Prometti a te stesso di essere così forte che nulla disturberà la tua mente.
Prometti a te stesso di parlare di bontà, bellezza, amore ad ogni persona che incontri, di far sentire a tutti i tuoi amici che c’è qualcosa di grande in loro, di guardare il lato bello di ogni cosa, di lottare perchè il tuo ottimismo diventi realtà.
Prometti a te stesso di pensare solo al meglio, di aspettarti solo il meglio, di essere entusiasta del successo degli altri come lo sei del tuo.
Prometti a te stesso di dimenticare gli errori del passato per guardare a quanto di grande puoi fare in futuro,
di essere sereno in ogni circostanza e di regalare un sorriso ad ogni creatura che incontri.
di dedicare così tanto tempo a migliorare il tuo carattere da non aver tempo per criticare gli altri.
Prometti a te stesso di essere:
troppo Nobile per l’ira
troppo Forte per la paura
troppo Felice per farti vincere dal dolore.
 
Christian L. Larson

 

Fonte: www.leparoledegliangeli.com

#05/11

…and more i’ll need you and less you’ll be there
and so it goes on, as it should, this endless carousel
until the end of the round, or until the end of days…

La saggezza…

La saggezza è il risultato dell’esperienza, e non della conoscenza.

#4

Forse mi sto ritrovando…

Un passino alla volta,

ancora una volta… :]

Mi reincarnerei?

Mi reincarnerei? Certo, quando ci sei dentro ad una situazione soffri, ma guardandola da fuori sono piacevolmente stupefatto di quella magnifica illusione chiamata tempo.

Vedo quelli che prima erano bambini crescere, e me li immagino tra qualche anno a guardare noi, come noi guardavamo i nostri genitori fino a pochi anni fa. Gli stessi occhi, le stesse considerazioni, lo stesso velo che nasconde ciò che verrà. E a quel punto intravedo la bellezza dello scorrere del tempo. La sua magnificenza, al di là del dolore e della sofferenza che l’attrito con questo scorrere ci porta.

 

06_09_2013

Tutto cambia, tutto torna.

Il tempo passa talmente in fretta che non hai il tempo di accorgerti di tutto ciò che semini.

E poi raccogli quel che c’è, quel che trovi.

i feel strange

i feel strange;
somethin’ is moving inside me…

Dodici pagine

Dodici pagine di punto della situazione;
dodici pagine di cose da fare; dodici pagine di un Alex che non va bene.
Esasperato tentativo di trattenere un istante lungo dodici pagine.
Un muro di dodici pagine che mi separa da me, da ciò che sono.
Dodici pagine scritte dalla mente; ma il dodici è del Cuore.

Che cosa c’è sulla linea di confine del tao?
Corpo calloso tra il mare e il cielo;
non è pesce nel mare nè uccello nel cielo;
non è certezza assoluta, nè intuito leggero.
Il pesce può solo prendere una boccata d’aria;
l’uccello può solo guardare il disegno distorto del fondale.
Pesce che soffoca senza l’aria limpida,
Uccello che desidera l’acqua che distorce la Luce.

**reminescenze dal diario 2010

C’è chi può rubare e chi non può. Ma chi tra questi due è veramente libero? C’è poi chi non può farne a meno, forse perchè la paura e il bisogno di rischio lo spingono a farlo. Chi possiede la vera libertà? Certamente non chi non può far a meno di rubare, perchè schiavo del proprio vizio. E nemmeno chi non può rubare, perchè schiavo del dogma “non si ruba”, che mai oserebbe infrangere, perchè significherebbe distruggere l’iimagine che ha di se stesso di fronte all’intera società che l’ha formato in questo modo, e che in questo modo lo vuole. E’ veramente Libero chi può rubare, ma non deve. Chi ha la Scelta della direzione che vuole dare lalla propria Vita. Ma che cos’è la Libertà poi? L’assenza di qualsiasi condizionamento? E se così fosse come si potrebbe ottenere se Tutto è uno e quindi interdipendente? Diventando il Tutto, ampliando la propria coscienza fino a com-prendere ogni cosa. Ma in quel caso faresti esattamente ciò che stai facendo ora.

il carburante

…è quando stai solo con Te Stesso che accumuli quel carburante

che poi puoi usare per aiutare gli altri.

Ma il mondo cerca continuamente di tenerti occupato… per non farti stare con Te Stesso.

Per non farti accumulare il carburante.

Sollevami, senza che me ne accorga.

Prendimi dove nessuno mi prende più;
rapiscimi, portami al cielo e alle stelle,
nell’inconsapevole che mi stupisce dopo.
Sollevami, senza che me ne accorga,
ed insegnami.
Che io possa ricordare quanto bello è stato.

Età…

L’età anagrafica non conta nulla.

Invecchiamo quanto pensiamo di invecchiare.

Il tempo non scorre più come prima.

L’età è la grandezza dell’Anima; la somma delle Sue Esperienze.

Medicine per l’incoscienza

Medicine per l’incoscienza, pillole, di qualunque cosa, panacee che rimediano al sintomo per poter continuare nella tranquillità dell’incoscienza, nascondendo sotto il tappeto le più grandi paure. Evitando di affrontare l’immagine che vedremmo riflessa nello specchio della consapevolezza. Immagine che si alimenta ogni giorno di ciò che evitiamo.

Il bambino ferito

Mi guardo intorno e vedo tanti bambini feriti, che giocano a fare gli adulti. Che giocano a fare gli uomini o le donne sicure di sé e che sanno quello che vogliono. E che spinti dalla paura si estraniano sempre più da se stessi E vinto a mia volta dalla paura non vorrei stare in questa pelle Di cui mi saltano all’occhio i nei.

Rapporti

Si va solo per maestri ed allievi,

perché per guardarsi con un fiume negli occhi

è troppo presto, la lingua è forte.

Ho passato molto tempo a rimpiangere il passato in molte forme, mi sono chiesto infinite volte se le scelte che ho fatto fossero giuste, ed ho aspettato il futuro come un destino che si dovesse compiere senza la mia partecipazione, e con il timore di non meritarlo a causa di una scelta sbagliata.

Stupidaggini.

Il passato va lasciato alle spalle, perchè quello è il suo posto. Ed il futuro non è altro che il risultato dell’impegno che mettiamo nel presente.

E ora mi ci metto. Ora mi ci metto sul serio.